“Se il cane non fosse stato abbandonato, forse non l’avrebbe mai sentito. Non si sarebbe reso conto di dov’era. I giorni passano, le notti corrono via come ombre e se non avvenisse un imprevisto, spesso travestito da disgrazia, non ci renderemmo mai conto della meraviglia nella quale siamo, non ci porremmo mai la domanda più grande di tutte…..Cosa c’è oltre? E oltre, e oltre, e oltre….?”

(Folco Terzani – Il Cane, il Lupo e Dio).

La Vita è profonda, tragica, e leggera al tempo stesso. Non ha un Senso. Il Senso è la Vita stessa, con le sue domande la cui unica risposta è proprio la verità nel porsi domande: questo è il messaggio che, tra mille emozioni e colori diversi, ha suscitato in me questa stupenda Favola di Folco Terzani (Il Cane, il Lupo e Dio).

Ah, le Favole! Oggi non sogniamo più perché non leggiamo e non ascoltiamo le Favole! Un tempo, i nostri nonni la sera davanti al focolare domestico attraverso le Favole addolcivano la durezza delle loro esistenze, davano loro un senso, e ne tramandavano i valori. Oggi, noi adulti abbiamo dimenticato le Favole, e – cosa ancor più grave – non le tramandiamo ai nostri figli e ai nostri nipoti.

Folco Terzani: un artista vissuto sempre all’ombra di un padre dotato di forte personalità (Tiziano) per cui i suoi primi passi “da grande” erano timidamente impacciati e tesi a ritagliarsi piccole verità tra le orme del genitore; con questo libro il fiore Folco è sbocciato definitivamente, e ne sono felice. Felice perché dimostra che Ogni Essere Umano in quanto tale ha un valore intrinseco, basta ascoltare e seguire il proprio talento, diverso da quello di chiunque altro.

Racconto che con una semplicità disarmante ed essenziale sa rispondere ai nostri perché sulla vita e, unito alle talentuose illustrazioni di Nicola Magrin, rappresenta un’ Illuminazione, un’opera artistica che si eleva dalla media e andrebbe letta a scuola. Leggere “Il Cane, il Lupo e Dio” per me è stato come scoprire con stupore e meraviglia la Mia Stella nell’immenso Firmamento del cielo.

                                                     “Non è mai facile essere liberi. Ma è possibile.

                                                      E anche tu, fratello, sappi che non hai bisogno di un padrone.

                                                      Sii padrone di te stesso!”

                                                      (Folco Terzani – Il Cane, il Lupo e Dio).

Posted by Domingo Lupi

Libero Blogger

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *